-=UHU=-Return Of Atlantian EP – Sauroid

-=UHU=-, sotto questo monicker a far viaggiare il credo Electro c’è Gatis Pastars, già attivo da più di cinque anni con lavori su International DeeJay Gigolo,Frigio Records e Trancient Force.Il titolo dell’EP rimanda ad un mondo tanto affascinante quanto immaginario,Atlantide, ma il sound proposto,per quanto caratterizzato da linee talvolte sognanti che rappresentano  il lato volutamente misterioso è un vero e proprio abbandonarsi all’ipnosi marziale e cruda del genere, e soprattutto ben si inserisce nalla Sauroid Vision completando probabilmente  il primo grande messaggio che la label di Impellizzeri vuole proporre nel panorama musicale. Sullo sfondo di quest’EP Gatis ostenta con orgoglio la sua devozione per Maestri del calibro di Drexcya e Dopplereffekt costruendo però un percorso personale in cui regna il contrasto immaginazione/macchina.Ed ora l’EP, si parte con Base 808, ideologia analogica nelle vene che non verrà mai tradita in tutto il lavoro,sinth su cui si intrecciano ben tre melodie, drummin’ classico ma fascinoso perchè essenziale, come il genere richiede, centrato il finale mistero che palesa in che atmosfera ci stiamo muovendo.Humans Act Like Robots è una traccia “fedeltà”, Atlantide è un videogioco eighties più che ricerca dell’ignoto, bello lo stop con drumming solitario, traccia pero’ mai nevrotica che si presta all’ ascolto e diverte ancora con il secondo stop di drumming solitario che è una trovata davvero originale ma logica.Elements of Electro Funk presenta un Bass niente male ed uno spoken word d’altri tempi, tremendamente concreta e svincolata da compromessi sinth pop per addolcire e sedurre, mi ricorda alcune cose di Alek Stark.Aquatezaya attacca con una Voice quasi Horror e annuncia che dall’electro siamo giunti alla mattanza, è tutta una sirena violenta tagliata da sinth che creano un atmosphere che comunque non definirei space bensi’ più legata ed intenta a suggestionare tramite un immaginario noir.Il drummin è centrato ed il finale è cinematico.Energum è la traccia in cui Gatis Pastars dimostra che può divertire scaldare e far pensare anche il dancefloor,electro techno di ottima fattura in cui avverto che il tema dell’acqua è finalmente al centro delle sue intenzioni, più vicina al lavoro di Atkins su R&S che persa nei meandri del lontano passato, bello lo stacco in cui schiaccia sull’acceleratore.Lo Svedese   Komarken Electronics ne fa’ il trattamento, ottimo, ma la versione originale è un’altra cosa, ma questo perchè io amo altri tempi ed altri ritmi, comunque un remix di pregevole fattura che interpreta a pieno la sensibilità della track.Chiude questo Manifesto Electro Return of Atlantian che in sostanza ci spega che macchine e computers erano presenti nel misterioso mondo di Atlantide ed usati al massimo della conoscenza umana o insomma…di quella specie; traccia modello, nuotata electro per visioni marine,videogame del mistero dei fondali, tutto molto suggestivo, ma soprattutto un altro Numero con la N maiuscola su Sauroid.

Informazioni su natilbox

violentHouseLover
Questa voce è stata pubblicata in violentHouseLover. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...