MORPHOSIS-WHAT HAVE WE LEARNED-MOS RECORDINGS

Quando arrivano i dischi, quelli veri, non c’è niente da fare, molti discorsi sullo stato attuale della musica non hanno più senso, ti prendi il disco, te lo ascolti e godi, perchè è il caso di dirlo e ribadirlo e continuare a ripeterlo fino allo sfinimento; l’ultima fatica di Rabih Beaini è un capolavoro, una pianeta lontano, un mondo Techno che vive autonomamente ed indipendentemente dal resto dell’universo intero, elementi frutto di una conoscenza altra che si materializzano nel suono gravitano perfettamente sviluppando  concetti che sono pietre indistruttibili, sensazioni difficilmente evitabili, messaggi totali privi del complesso passato-presente-futuro.Lavoro ispiratissimo da un uomo che è un Leader, che ha vissuto tra l’altro anche in Italia e che ora mi dicono sia tornato in Libano, che ha già scritto una storia enorme con la sua leggendaria Morphine ed oggi su Mos rilascia la sua ultima visione del suono che  sin dal titolo-manifesto “cio’ che abbiamo appreso” palesa che si tratta di un viaggio lungo,importante, sofferto, magnifico, vero.Tutto il lavoro ha il tocco dell’unicità,  Silent Screamer è l’apertura, sembra composta nelle rocce, drummin’ divino, melodia evoluzione per una stesura definitivamente spacedoutechno che accompagnerà l’intero album, viaggio tra le terre e le diverse culture, contrasto tra un’incessante modernità ed una solida antichità, andamento robot electro celato e polvere di stelle spaziale.Dopo la prima traccia,incipit visionario, Spiral è il killer, stop and go solo abbozzati per un tiro dritto, treno nelle galassie, sinth che aprono al futuro fatto di conoscenza astrale, riflessione e mattanza, se lontanamente vi è un Basic Channel rimando, credetemi anche quella lezione, per quanto grande, è stata condotta al livello massimo. Wild in Captivity definisce l’album, ci spiega dove ci troviamo e ci dice che da questa astronave fatta di materiali sonori che intrecciano visioni futuristiche e conoscenze ancestrali  non si può più scendere a meno che non abbiate il desiderio di fare un salto nel buio, dancefloor per vere menti della technology music, bassone a chiamare e dipingere una cavalcata il cui finale è un atterraggio nel deserto.Androids Among è un orologio, scandisce il tempo tagliato da sinth lamiera, chiude gli occhi e fa’ sognare, ritmo dettato da uno slamming ipnotico, una culla sicura dopo l’atterraggio nel deserto con finale epico svuotato  e decisamente ambient.Gate of Night è il minimalismo riportato allo stato dell’arte e non svenduto alla borghesia ignorante; Kawn è un gioco di luci accecanti nel cielo che brillano e devastano l’oscurità, noise scientifico e techno in divenire per un sinth melodia che è un filmluce in uno spazio ignoto  che non fa’ più paura e viene aggredito da una contromelodia che completa una traccia capolavoro che mi commuove asfaltandomi letteralmente.Dirty Matter mi prende per mano rimettendomi in piedi e sussurrandomi attraverso sinth sempre spacedout che il viaggio non è finito, tiro dritto ed echi di retrohouse per una consapevolezza che sfiora la perfezione, marcia solitaria ma non marziale, Rabih sembra voler condividere il suo viaggio portando con se tutti quelli che ne vogliono far parte, il suono ed il ritmo scandiscono una nuova religiosità musicale in cui non vi sono ne’ confini nè infami dogane; Ascension è il beffardo darkmantra dell’album, quasi un assolo nel vuoto. Europa chiude questa meraviglia, uno schiaffo simpatico a tutta l’odierna scena sinth pop, gemma inarrivabile anche per chi vorrebbe fare determinate cose. Sapevamo che sarebbe stato un grandissimo disco, ed invece è un lavoro di proporzioni enormi, epocale, pieno di fascino, verità, che trasmette dignità e risolleva dalle utopie della techno che non trovano conferme rilanciando e creando uno stile unico.Semplicemente un Capolavoro.

Informazioni su natilbox

violentHouseLover
Questa voce è stata pubblicata in violentHouseLover. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...