White Zoo Records.Punks in the Sky.

Per la prima volta in questo blog ospitiamo un genere, dei personaggi, dei fantastici balordi, delle vite che apparentemente esulano dai contesti che solitamente analizziamo. Ma chi erano primi ad affollare le performance dei Kraftwerk? Ed i primi supporters dei Ramones non sono forse  stati i Suicide di Alan Vega e Martin Rev? Chi ha dato luce ed estetica, paradossalmente consapevole, all’Italo Disco? Chi se non i Punks.Neonata Label questa White Zoo ma con uno sfondo che si muove, impaurisce e incuriosisce per un taglio tanto sferzante quanto vero e criminale.Uno sfondo su cui si muove la complessa figura di Pierpaolo De Iulis, personaggio di spicco della scena già da diversi anni, ottimo produttore, brillante provocatore, ideologicamente misterioso, affascinante incantatore, che riesuma quella violenta macchina che erano i suoi Transex con un lavoro degno del passato. E’ su White Zoo il loro ritorno non è finto ne’ un modo per raccogliere ancora consensi e gratitudine per il lavoro fatto in passato bensi’ il violento rientro di una mattanza sguaiata, rumorosa, piena di old school charme. Ascoltando le varie tracks, da Fascist dictator ( cover dei Cortinas) a Cops are gays mi convinco della pericolosità ancora viva e bruciante e sono sorpreso che in tanto drogatissimo Rock’N’Roll vi sia una linea celata che accompagna questi fulmini in cui colgo degli aspetti più riflessivi, sebbene oscuri , a cui, com’è nella storia di questo sound, corrispondono affascinanti vicoli ciechi.Il loro è un grande ritorno.Poi i Giuda…ed è grande Rock’N’Roll, ma grande Rock’N’Roll, la ballata è alla base della loro visione-interpretazione e Get it Over mi brucia di inno che incendierà tanti ragazzi che hanno voglia di chitarre semplici ma vere e non umilierà queste povere generazioni di oggi che credono che il rock sia quella paccottaglia per nerds che vedono su MTV. E giù a ballare appunto, con Kidz are Back a dire che si è vivi, il loro stile immortale e comunque vada c’è anche voglia di vendersi ma come delle puttane di gran classe.Grande stile.Enormi.Alla fine i Silver Cocks.Che dire un pò mi emoziono e penso per un attimo a me stesso,tanti ma tantissimi anni fà e risolvo il tutto riflettendo che un genere se animato dall’amore,la foga,la violenza non credo morirà mai…e qui il Punk è Punk…ma per davvero.Inutile citare un pezzo piuttosto che un altro, tutto è incastonato e deve essere recepito per intero.Forse in Police’s Friend mi accorgo definitivamente che ‘sti killers brillano di un’ingestibile tossicità che crea una fascinazione tanto selvaggia quanto unica.Memorabile Punk Rock Shock, taglio melodico per una corsa alcolica.Stupid Baby è sesso sporco e divertente.Livtinenko la grande rissa Punk.In sostanza questa label parte con l’accelleratore a tavoletta palesando tanti aspetti del Punk stesso ma tutto è bagnato da una consapevolezza ed una felicità nel realizzare questo progetto che conferisce una freschezza rigenerante per tutti gli amanti del genere.Tutti i lavori sono all’altezza delle aspettative ma cio’ che più conta è l’assoluto valore del risultato e cioè grande Punk Rock e affini.Nulla è scontato e lasciato al caso ed ogni lavoro è incredibilmente ispirato, violento,brillante.Una nota per i Giuda, è ovvio che non sono i Taxi che abbiamo conosciuto ma il loro lavoro è degno del grande passato e va dato atto a questi ragazzi che il loro Glam è un magnifico rossetto di cui ancora non riusciamo a capirne il colore.Eccezionali.Dopo il buio e il destino amaro finalmente un pò di luce e glitter.Vi potete ritrovare con tre vinili di vero,fresco, ed ispiratissimo Punk Rock nel 2011…e il nome che dovete cercare è semplice e bastardo ed è White Zoo Records.Bastardo come la Mente, l’Anima, il Cuore che c’è dietro questo progetto.Sergio Chiari, agitatore musicale Salentino che ora sta vendendo questi dischi in Giappone e U.S.A., il cui sogno si è materializzato attraverso un’enormita di ricerche,sacrifici,problemi,che  solo la nostra amata penisola riesce a dare.Ma ci sono anche tante corse in macchina,cazzotti dati e presi,ripensamenti ed errori,voglia di vivere e morire.Tutto tremendamente e veramente Punk.Un sogno che va oltre il business e l’accreditarsi come persona giusta da filarsi, un sogno vero fatto di musica e competenze di livello altissimo di cui i magazines nazionali dovranno accorgersi dal momento che amano parlare e straparlare di questo genere… bene!!! C’è chi dal sud Italia più estremo questo genere lo fa’ rivivere pieno di luce non curandosi del risultato economico ma in virtu’ di un amore, vero e grande, per la musica.La prossima uscita prevista per White Zoo sarà probabilmente dance, Italo Disco per inciso, a suggellare un ensemble di produzioni e situazioni volutamente cercate per cementare, se c’è ne fosse  ancora il bisogno, una strada tutta dritta per chi ha voglia di intraprendere un viaggio pericoloso ma affascinante, una strada…per ragazzi di strada.

Informazioni su natilbox

violentHouseLover
Questa voce è stata pubblicata in violentHouseLover. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...