Velcro Tape-Phanthom Hand on SoundClouD

PhantomVelcro-here the metalVision track.

Finalmente! Prima o poi doveva arrivare  il momento in cui dovevo ospitare nel mio blog Mr Antonio Marini da Treviso. Da me conosciuto in virtu’ di un suo EP a dir poco visionario  su Acido Record che ha aperto alla grande il mio 2011 da ascoltatore selvaggio lo ritrovo oggi su Soundcloud con questa Phantom Hand. Avrebbe potuto ripetersi Velcro dal momento che già quelle due magnifiche tracce su Acido rappresentavano una fusione tra Ambient, Acid, SpacedOutTech, di valore oggettivo (a tutti quelli che hanno a cuore determinate sonorità ed una certa attitudine vi invito a sentire quell’oscuro quanto affascinante lavoro). Ma passiamo all’oggi e in meno di cinque secondi Velcro mi stupisce ancora. Ero convinto di trovami di fronte a delle linee Jazzy e groove destrutturato e questo perchè alle volte mi sento talmente sicuro di percepire la strada che stanno intraprendendo determinati Artisti che ho la presunzione di prevedere le loro future scelte sonore. Cinque secondi e mi ritrovo invece quasi sballottato in ascolti industrial che mi portano indietro nel tempo e mi emozionano non poco, ma evito di fare un viaggio a ritroso per una personale ricerca di referenti e mi concentro principalente sulla melodia.Dopo alcuni ascolti trovo dei punti di connessione con la sua precedente produzione( quell’incredibile tensione di cui sono permeate Moorg e Analogicus Prospectus) e questo perchè Velcro ha il dono di portarci in territori “Altri”. Incedere nell’acciaio, la forma di Phantom è decisamente Industrial, tutti i suoni sembrano reggersi in piedi da soli e poi assemblati magistralmente ma mai creando un noise piatto, bensi’ una struttura solida accompagnata da un beat sincopato che, se recepito nelle sue fasi( viene scientificamente stoppato), è drittissimo ( per me Techno).Minuto 4:35, tutta quella solidita’ di materia fatta suono viene a liquefarsi attraverso una melodia-mantra decisamente obscure e altamente  cinematica. Grande visione musicale, se Healing Force Project su Acido Rec. ci proponeva un Velcro alle prese con il magnifico Arp Odissey in un’ottica di dance d’elite, Phantom  plasma attraverso forme sonore l’eredità di una grande cultura di musica elettronica con il suo  touch personalissimo che io non riscontro sinceramente altrove. Ispiratissimo e ribelle al limite. La più sincera e violenta delle track da me sentita negli ultimi tempi.Mandate bene a memoria questo nome: Velcro Tape… e avrete un viaggio nello spazio assicurato.

Informazioni su natilbox

violentHouseLover
Questa voce è stata pubblicata in violentHouseLover. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...